Lavoro a Il Foglio Quotidiano dal 2003, quando Giuliano Ferrara mi chiamò con sè nel giornale più libero e anticonformista della recente storia italiana. Ho scritto anche per il Wall Street Journal, Arutz Sheva, la Weltwoche e il Gatestone Institute. Nel frattempo, sedici libri tradotti in inglese, norvegese, spagnolo, polacco e che hanno vinto anche qualche premio importante, come il Capri San Michele (ma dopo che lo ha vinto Ratzinger).

Sono uno strano conservatore senza casa: non mi interessa il tifo politico e non scrivo veline partitiche, detesto tutti i totalitarismi (neri, rossi, verdi), odio lo stato-balia e difendo la libertà dell’uomo, amo il pensiero non allineato e non arruolabile, voglio difendere la nostra identità e cultura dai nuovi distruttori, non tollero il politicamente corretto e temo il progetto islamico di conquista dell’Occidente, che resta il miglior nemico di sé stesso.

Questa è la mia newsletter lanciata nel gennaio 2021 per esplorare il caos e lo choc di civiltà che inghiotte le nostre vite mentre l’Occidente viene forzatamente riconfigurato. Nasce come indagine sul nostro continuo “sconvolgimento” collettivo e sulle sue cause e conseguenze. Cosa sta accadendo? Perché sta succedendo? Dove siamo diretti? Queste erano le domande che mi sono posto.

Per parafrasare Karl Kraus: non so deporre un uovo, ma so quando uno è marcio.

Una newsletter anche per tenere in allenamento lo spirito critico e garantire diritto di cittadinanza a idee vietate ai lettori italiani (per codardia e paura editoriale). Perché scrivere oggi è un po’ come giocare alle parole proibite di Tabù. Non temo la “dissonanza cognitiva”, pensare e scrivere diversamente dal blob giornalistico. Non ho la pretesa che i lettori siano sempre d’accordo con me ma di scrivere sempre quello che penso, anche se “in un mondo di fuggitivi la persona che prende la direzione opposta sembrerà un disertore” (T.S. Eliot), e di dare loro quello che non troveranno altrove in Italia e che li faccia pensare.

Gli abbonati alla newsletter avranno accesso a tutti gli articoli e contenuti, oltre alla possibilità di commentare, ai podcast e ai video. Ogni edizione arriva sulla vostra email. Nessuna pubblicità. Soltanto voi e il mio impegno in buona fede di fornire contenuti sempre documentati.

Ci si può iscrivere con 5 euro al mese o 50 euro all’anno, è poco più di un caffé alla settimana. Senza abbonarsi si riceveranno i link alla newsletter.

Per abbonarsi basta una carta prepagata, si può disdire quando si vuole e si può fare una prova di una settimana:

Per usare Paypal clicca qui:

Paypal

Per contattarmi, giuliomeotti@hotmail.com

Subscribe to La newsletter di Giulio Meotti

Giornalista del Foglio dal 2003. Molti libri tradotti all'estero. Gli ultimi sono "La fine dell’Europa" (Premio Capri), "I nuovi barbari", "La dolce conquista", "Il sesso degli angeli e l'oblio dell'Occidente" e "Il Sabato Nero" giuliomeotti@hotmail.com

People

Giornalista del Foglio e autore